Il bando

Condividi
Stampa
Invia

Una volta concluso il percorso di empowerment  e capacity building i team di progetto giunti a questa fase finale potranno candidare la propria proposta al bando per concretizzare la realizzazione del progetto.

Sono ammissibili al bando progetti esclusivamente presentati da enti formalizzati. I team quindi dovranno aver costituito o individuato un soggetto come ente partecipante al Bando. Sono ammessi enti no profit di tutta Italia. Gli enti dovranno altresì essere composti per almeno il 70% da membri nati dopo il 1988.

Le proposte progettuali dovranno:

- Realizzare una produzione nell’ambito dei linguaggi contemporanei (arti visive, performing arts, design, audiovideo, fotografia, musica, scrittura, digitale, grafica…) al di là delle diversità di linguaggi e discipline.

- Seppur proposte da soggetti provenienti da tutta Italia, dovranno svolgersi obbligatoriamente in Piemonte e Liguria. E’ ammessa l’estensione territoriale di azioni del progetto al di fuori delle due regioni e di Italia, coerentemente con le caratteristiche della progettualità proposta.

- Favorire lo scambio e il confronto di esperienze creative e di ricerca nell’ambito dei linguaggi espressivi contemporanei al fine di valorizzare la comunità creativa e le istituzioni sul territorio e attrarre nuovi soggetti a produrre in esso.

- Possedere aspetti  solidi e strutturati dal punto di vista progettuale, organizzativo, gestionale e di  sostenibilità economico-finanziaria del progetto.

- Realizzarsi a partire dall’autunno 2018 e concludersi entro 15 mesi dalla comunicazione dell’eventuale contributo accordato dalla Fondazione.

Il contributo massimo concesso è di € 30.000 a copertura massima dell’85% del budget del progetto.

Gli esiti del bando saranno resi pubblici entro novembre 2018.