Patrimonio architettonico, storico, artistico e fotografico: conoscenza, restauro e valorizzazione

Condividi
Stampa
Invia

Coerentemente con quanto previsto nel Documento Programmatico Pluriennale 2013-2016, l’impegno è rivolto a consolidare il sostegno a progetti pluriennali in un’ottica di valorizzazione integrata di quanto finora realizzato per le città di Torino e Genova e per il patrimonio artistico diffuso sul territorio di Piemonte e Liguria.

A Torino è previsto il compimento dei cantieri di restauro avviati negli scorsi anni attraverso il Programma Musei con una pausa durante i mesi di Ostensione della Sindone.
Per quanto riguarda la città di Genova nel corso degli anni l’impegno della Compagnia ha visto il consolidamento di una strategia che selezionasse interventi di restauro a favore delle eccellenze architettoniche cittadine. L’obiettivo è di contribuire al consolidamento dell’immagine di Genova come città di cultura e arte, scegliendo esclusivamente beni di straordinaria importanza e fondamentali per il sistema culturale urbano.

Con riferimento al territorio, il 2015 vede l’esito della prima edizione di “Beni in Comune”, bando finalizzato al recupero di beni monumentali religiosi come civili e di beni paesaggistici di proprietà comunale. Inoltre è possibile candidarsi alla selezione del bando “Tesori Sacri”, strumento che da anni la Compagnia impiega per promuovere il tema della conservazione e della presa di consapevolezza dell’importanza storico-artistica dei beni mobili di matrice religiosa.