STILL. Body experience with digital brain

Condividi
Stampa
Invia

Associazione Culturale Codeduomo – Torino

“STILL. Body experience with digital brain” è un progetto che si propone di riflettere sul fare arte come gesto contemporaneo, in cui l’atto performativo del danzatore/attore convive con l’atto percettivo del pubblico testimone.

STILL nasce come Percorso Artistico Sperimentale, in cui confluiscono varie discipline: arti performative, tecniche somatiche per la formazione del performer, ricerca di movimento e composizione coreografica, workshop cross-disciplinari, arti visive, tecniche meditative, produzioni audio-video, sistemi interattivi (bio sensori neuronali, software d’intelligenza artificiale, light, video e sound design).

Il progetto si compone di laboratori cross-disciplinari in cui le tecniche somatiche, incontrano le tecnologie digitali; una creazione di danza contemporanea coreografata da cui si costruirà un archivio di segni che verranno filmati e usati per la composizione coreografica e drammaturgica della performance; un progetto di arte visiva “free-STILL”.

STILL-Body-Experience-with--Digital-Brain---credit-Gigi-Piana
"Un Progetto crossdiscipilnare in cui confluiscono danza, arti visive e new media che riporta al centro dell’agire il corpo e la sua capacità di apprendere attraverso la propria esperienza percettiva.
Laboratorio permanente di ricerca e composizione IL CORPO INTUITIVO (D.Ninarello). Obiettivo: trasmettere pratiche per la ricerca in campo performativo, sui linguaggi del corpo e della danza contemporanea. Nell’ambito del progetto E.Lomello (interaction designer) svilupperà un sistema interrattivo (intelligenze artificiali e caschi per l’elettroencefalogramma) in grado di tradurre  l’attività neuronale dei perfomer in elementi sonori/visivi.
Performance di danza contemporanea ispirata alle opere di A.Giacometti come ammassi di materia e memorie, simboli di forza e fragilità dell’uomo. Il corpo diventa archivio di memorie fisiche che si manifestano sotto forma di movimento e di feedback multimediali.
Mostra  “free-STILL” (di G.Piana, foto E.Gleisner) fermerà per immagini il processo il movimento del soggetto nell’azione frutto della meditazione-percezione, lotta per la persistenza della memoria e (in)definizione di una prospettiva futura."