La formazione

Condividi
Stampa
Invia

Nel corso del monitoraggio con i progetti selezionati è emersa la richiesta da parte degli enti di approfondire alcune tematiche pratiche e organizzative, come la sostenibilità futura delle azioni.

In linea anche con il nuovo piano strategico 2017-2020, in un’ottica di impegno al capacity building a favore dei propri interlocutori, la Compagnia quindi ha manifestato la volontà di portare un valore aggiunto al rapporto con gli enti vincitori costruendo con loro un percorso di formazione teso al rafforzamento delle competenze e alla costruzione di una metodologia di lavoro.

A dicembre 2016 è stato avviato quindi un percorso di emporwerment per i progetti vincitori nel corso del quale si sono approfonditi contenuti del project management e della sostenibilità economica delle azioni culturali. Il percorso, a cura dell’Area IC e del Centro Studi Silvia Santagata, ha visto un programma di 5 incontri così articolati:

  • La dimensione digitale per i progetti culturali e il project cycle management per la sostenibilità economica. 12-13 dicembre 2016, Torino, Compagnia di San Paolo Palazzo Bernini
  • Indovina il core problem! 21 febbraio 2017, mattina, Torino, Polo 900
  • Essere economicamente indipendenti: trovare l’equilibrio tra costi e ricavi. 3 marzo 2017, tutto il giorno, Milano, Base
  • Pensare in grande: scalabilità del progetto culturale 31 marzo 2017, mattina, Torino, Accademia Albertina di Torino
  • "Cosa non fare per": elementi di criticità che emergono dall’analisi delle risposte al Bando ORA! 13 aprile 2017, tutto il giorno, Genova, Teatro dell’Altrove

Ogni incontro prevedeva la presentazione di un caso studio da cui trarre alcune indicazioni operative; l’ esercitazione sui propri progetti o su quelli degli altri gruppi (anche grazie a strumenti ad hoc), eventuale tempo a disposizione per un confronto con alcuni singoli che lo richiedano