La ricerca

Condividi
Stampa
Invia

Il bacino delle richieste di ORA! rappresenta una ricca fotografia dello stato della progettualità italiana nell’ambito della cultura e dei linguaggi contemporanei.

La lettura di questo contesto permetterà alla Compagnia di individuare e riflettere su alcuni aspetti contenutistici ed istituzionali che potrebbero essere sviluppati in un’ottica strategica per favorire la produzione e la valorizzazione dell’offerta artistico-creativa sul territorio.

La cabina di regia attivata nell’ambito del Bando ha curato quindi una ricerca sulla produzione culturale contemporanea in Italia, partendo dall’analisi sia degli enti e i soggetti candidati sia delle progettualità proposte. La ricerca sulla base dei dati forniti dalla partecipazione di soggetti di tutto il territorio italiano al bando, approfondisce la produzione di contenuti di cultura contemporanea, con particolare accento sulle competenze e sulle professionalità coinvolte, sull’ambiente produttivo e sull’attitudine all’inclusione tecnologica e alla vocazione crossdisciplinare delle progettualità.

ORA! ha costituito un modello di intervento innovativo per la Compagnia di San Paolo.
Come visibile dalla grafica l'esperienza di ORA! ha portato alla definizione di un modello in 7 fasi.

ORA_modello_riferimento_980x490_newpx
GLI STEP:
1) Per scrivere il bando ORA! è stata condotta un’analisi del contesto volta a definire gli obiettivi e gli strumenti di intervento
2) Il bando ORA! è stato pubblicato a livello nazionale per sostenere la produzione e l’offerta di cultura contemporanea italiana
3) È stata condotta una ricerca sui partecipanti , per garantire un processo di apprendimento
4) Sono stati selezionati 20 progetti su 250, per un budget di € 740 mila
5) Avvio di un percorso di empowerment per gli enti vincitori del bando ORA! e riflessione più ampia sulla possibilità di realizzare percorsi di capacity building
6) Sostegni a nuove progettualità candidate nel bando e coerenti con il più ampio impegno su tematiche prioritarie per l’area
7) Il mix bando/ricerca ha consentito di capitalizzare le informazioni raccolte per nuovi interventi