Beni in Comune

Condividi
Stampa
Invia

Scadenza il 27/03/2015 - esito

La Compagnia di San Paolo è una Fondazione italiana di diritto privato con sede a Torino. Essa persegue finalità di utilità sociale, allo scopo di favorire lo sviluppo civile, culturale ed economico. Nel sito www.compagnia.torino.it sono disponibili le informazioni sulla sua attività istituzionale.

Nelle Linee 2014 che individuano le strategie operative della Compagnia, si evidenzia la necessità di applicare “standard qualitativi e valutativi che hanno nel riferimento europeo una costante” nonché “criteri selettivi, come richiede la limitata entità delle risorse disponibili”. Il bando risulta lo strumento adatto per affrontare tali esigenze e d'altronde, anche nelle sue forme più semplici, si è attestato ormai da diversi anni quale metodologia più strutturata rispetto alla selezione di istanze isolate, finalizzata ad aprirsi in maniera competitiva e trasparente a un maggior numero di interlocutori con l’obbiettivo di favorire e premiare la logica dell’integrazione e dell’interazione a discapito dell’intervento singolo. La Compagnia intende ora confermarlo quale strumento adatto ad orientare gli enti nella predisposizione di istanze di recupero di beni monumentali religiosi, civili e paesaggistici di proprietà comunale da sottoporre alla Compagnia.

La nostra fondazione intende far tesoro di ciò che ha evidenziato “Patrimonio Comune”. Tale bando che fu emanato nel 2011, aveva come obiettivo quello di riqualificare e valorizzare le sedi municipali piemontesi vincolate, ed era nato sulla scorta dei propositivi risultati afferenti alla ricerca “Sedi municipali in Piemonte: un sistema di beni da monitorare”, mirata a evidenziare caratteristiche e potenzialità (in termini di valorizzazione) dei municipi piemontesi, realizzata dal Politecnico di Torino e sostenuta dalla Compagnia (si veda la sezione “Pubblicazioni” del sito). Tenuto conto del fatto che il tema della valorizzazione del patrimonio viene perseguita attraverso altri bandi (“Valorizzazione a rete” e “In itiner@”), si intende proporre un bando più semplice, incentrato sul recupero di beni monumentali religiosi e civili nonché beni paesaggistici di proprietà comunale, in quanto fattore di miglioramento della qualità della vita e fonte di sviluppo sociale, economico e culturale; lo scopo è favorire il recupero del patrimonio locale più conosciuto dai cittadini, quello che esercita maggiore attrattiva ed è caratterizzato da un forte valore identitario e dialogico.

Il bando è rivolto, oltre ai Comuni, a tutti quegli enti non a scopo di lucro che detengano il bene da recuperare a titolo di concessione di diritto d’uso, concessione di diritto di superficie, locazione o comodato e che si impegnino a garantire la fruibilità del bene da parte dell’ampio pubblico.

Per favorire la riqualificazione del patrimonio storico-artistico afferente ai beni di proprietà dei Comuni piemontesi e avviare o potenziare processi di recupero diffuso e di sviluppo del tessuto economico-sociale, a partire dalla valorizzazione dell’identità locale e della messa in rete di beni storico-artistici, la Compagnia ha varato per l’anno 2014:

Beni in Comune - bando per progetti di recupero dei beni monumentali e paesaggistici di proprietà comunale.

Esito bando

Beni in Comune