Pittori e Scultori in Piemonte alla metà del Settecento. Edizione 2014

Condividi
Stampa
Invia

Scadenza il 30/06/2014 - esito

Bando per iniziative di restauro all’interno di un percorso di conoscenza e valorizzazione

Raccogliendo ed esaminando i risultati di due Quaderni di Studi a cura del professor Giuseppe Dardanello e la cui pubblicazione è stata promossa dall’Associazione Guarino Guarini dal titolo Beaumont e la Scuola del Disegno, e Di Modello, di Intaglio e di Cesello, è emerso un quadro di straordinario interesse su alcuni pittori e scultori attivi alla metà del Settecento in Piemonte. In particolar modo la prima pubblicazione mira a indagare le ragioni culturali della nascita di una scuola torinese di pittura e scultura promossa da Carlo Emanuele III e sostenuta dalle esperienze accademiche di un gruppo di artisti formatisi attorno alla figura di Claudio Francesco Beaumont restituendo la vicenda di una produzione artistica di altissimo valore che si diffuse a livello regionale; la seconda invece traccia le modalità di formazione e lavoro dei principali scultori attivi in Piemonte e illustra la diffusione delle botteghe e la straordinaria qualità dei manufatti.
Copie dei volumi sono disponibili in consultazione presso la sede della Compagnia di San Paolo a Torino, in corso Vittorio Emanuele II, 75 (previo appuntamento scrivendo all’indirizzo arte@compagnia.torino.it) e presso la Biblioteca di Arte, Musica e Spettacolo del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Torino in Via Sant’Ottavio, 20. Per informazioni circa la disponibilità di copie e la loro distribuzione presso le biblioteche piemontesi è possibile inviare un’e-mail all’Associazione Vettore al seguente indirizzo: progetto.beaumont@gmail.com

Documenti scaricabili