TO2020

Condividi
Stampa
Invia

Scadenza il - chiuso

Torinoanni20venti è una iniziativa culturale e civica, promossa dalla Compagnia di San Paolo, che ha l’obiettivo di favorire il confronto fra torinesi appartenenti a diverse generazioni sulle prospettive della Città e del suo territorio per il prossimo decennio.
Torinoanni20venti è un workshop per raccogliere idee e ipotesi di lavoro, attraverso un metodo di consultazione e di elaborazione collettiva, che si avvale dell’apporto di due gruppi di lavoro: uno composto da persone che svolgono funzioni di consolidata responsabilità (senior); l’altro da persone attive nella fase della loro prima maturità (junior, massimo 35 anni) e destinate a essere al centro delle dinamiche socioeconomiche degli “anni ‘20” ai quali allude il titolo del workshop.
Il gruppo dei più giovani è stato selezionato tramite un "invito pubblico" che ha visto la partecipazione di più di 350 persone. La selezione - non facile - è stata operata da una Commissione composta da un esponente della Compagnia di San Paolo, da uno del quotidiano La Stampa, e da uno di Torino Nord - Ovest impresa sociale, che cura la segreteria tecnico-scientifica dell'iniziativa.
Il workshop è organizzato in quattro sessioni.
I Sessione – 17 febbraio. Incontro di preparazione nel corso del quale i partecipanti ricevono dati e materiali essenziali sulle trasformazioni della città e dell’area metropolitana torinese nell’ultimo quindicennio.
II Sessione – 25 febbraio. Incontro seminariale durante il quale cinque esperti affrontano altrettanti temi di scenario sulle principali sfide che attendono Torino.
III Sessione – 26 febbraio. Giornata di laboratorio, con lavori individuali e di gruppo, al termine del quale i sessanta partecipanti sono chiamati a redigere due agende di priorità strategiche per la città del futuro.
IV Sessione – 5 marzo. Presentazione delle due agende in un incontro aperto alla Città moderato dal direttore della Stampa Mario Calabresi.
Gli argomenti affrontati nel laboratorio riguardano le trasformazioni che Torino sta vivendo, la direzione del cambiamento, i risultati già raggiunti, i vincoli e le sfide da affrontare, il futuro desiderabile.
Cinque interrogativi di partenza guidano i lavori:
- Quali timori e quali speranze per il futuro di Torino e del suo territorio?
- Quali specifici punti di debolezza appaiono più gravi? Ci sono opportunità nuove?
- In quali campi dovrebbero essere orientate le risorse disponibili? Quali settori invece  potrebbero essere    ridimensionati, vista la scarsità di risorse?
- Sono necessari nuovi strumenti di formazione della classe dirigente, nella amministrazione pubblica e nella politica, come pure nei campi delle attività sociali ed economiche?
- Pensando alla Torino futura che desiderabile, c’è una città europea a cui dovrebbe assomigliare? Da quali punti di vista?
L’incontro di preparazione, che si è svolto il 17 febbraio,  è stato curato da: Luca Davico, Politecnico di Torino e Fondazione Giorgio Rota; Cristina Cabodi, Eu-Polis e OfficinaTerritorio.
Le relazioni di scenario (25 febbraio) sono curate da: Domenico Siniscalco, Presidente Assogestioni (Globalizzazione, Europa, Città);  Mario Calderini, Politecnico di Torino (Competitività del sistema produttivo locale); Stefano Molina, Fondazione Giovanni Agnelli (Demografia e società); Egidio Dansero IRIS e Università di Torino, (Ambiente e sostenibilità urbana); Cristiana Rossignolo, Eu-Polis (Scenari di sviluppo territoriale per Torino).
I materiali dell'iniziativa saranno resi disponibili sui siti della Compagnia e di Torino Nord Ovest nella settimana del 28 febbraio.
 

Partecipa alla discussione sui temi del workshop Torinoanni20venti: 
www.blog.torinonordovest.it

Documenti scaricabili