Sanità Regionale: siglata la convenzione 2017/2019

17/07/2017 - Comunicato stampa
Condividi
Stampa
Invia

Previsti stanziamenti per 10 mln di euro per il “sistema integrato della salute”.

Torino, 17 luglio 2017- Sergio Chiamparino, Presidente della Regione Piemonte e Francesco Profumo, Presidente della Compagnia di San Paolo hanno siglato una convenzione triennale per il periodo 2017/2019 che prevede la realizzazione di programmi di sviluppo coordinati in campo sanitario.

Sia la Regione sia la Compagnia, ciascuno all’interno della propria missione, concordano sull’importanza di azioni integrate a servizio del sistema sanitario, con obiettivi di maggiore equità, accessibilità, efficienza e incremento della qualità dei servizi forniti; in tale ottica, il ricorso allo strumento della convenzione pluriennale consente alle parti un più efficace sviluppo delle rispettive attività in un orizzonte di medio periodo.

La novità di questa convenzione è che la Compagnia di San Paolo non finanzia l’attuazione di un singolo intervento o l’acquisto di una specifica strumentazione, - ha dichiarato il presidente Chiamparino - ma contribuisce in modo sostanziale alla messa in pratica di piani volti a migliorare l’efficientamento del sistema sanitario e la qualità dell'offerta sanitaria, oltre a sostenere il comparto culturale. Si tratta dunque di un esempio di collaborazione pubblico-privato che ha come obiettivo finale lo sviluppo complessivo del territorio piemontese"

La Compagnia di San Paolo è un agente di sviluppo in grado di disegnare politiche e dinamiche migliorative della qualità della vita dei cittadini.”- ha dichiarato Francesco Profumo – “La nostra Fondazione è un hub di conoscenze e competenze al servizio dei propri territori di riferimento: le sole risorse non danno risultati se non vengono accompagnate dalle competenze, ecco perché la Compagnia di San Paolo intende, con questa convezione pluriennale, affiancare la Regione Piemonte nella partecipazione a piani nazionali quali quello sulle malattie croniche e quello sulla sanità digitale . Metteremo inoltre a disposizione della Regione persone e risorse con lo scopo di migliorare l’efficienza dei processi dell’attuale Città della Salute”