Attrattori culturali

Condividi
Stampa
Invia

Sul territorio più ampio, la Compagnia intende rafforzare il dialogo con i “grandi attrattori” ovvero le istituzioni, musei o complessi monumentali che costituiscono motori dinamici di sviluppo e importanti risorse identitarie per il Piemonte e la Liguria.

Il 2019 è caratterizzato dall’intervento sui grandi cantieri di restauro che riguardano il Sistema dei Sacri Monti del Piemonte settentrionale, ancora poco fruiti e conosciuti. Particolare attenzione si conferma nei confronti dei Musei Reali di Torino mentre il progetto speciale riguardante il Sistema delle Residenze Reali Sabaude dovrà evolvere nella fase attuativa.

L’identificazione delle priorità del Sistema, che vede capofila il Consorzio delle Residenze Reali, definirà le linee di sviluppo del progetto, che la Compagnia ha promosso con il Ministero dei Beni Culturali e la Regione Piemonte. Coerentemente con le azioni propedeutiche finora sostenute, la Compagnia riserva una specifica attenzione al sistema dei Parchi e dei Giardini d’arte delle Residenze, come fattore di ampia attrattività e al contempo di riqualificazione del paesaggio.

Una seconda e importante linea d’azione è rivolta alle strategie di cura sistemica delle Residenze: lo stato di mantenimento costituisce infatti un fattore indispensabile per la  valorizzazione. Mantenendo quindi una forte logica di sistema, si promuove per il circuito un’attività di conservazione preventiva e manutenzione programmata secondo le logiche internazionali più avanzate.