Cooperazione internazionale

Condividi
Stampa
Invia

La Compagnia conferma il proprio sostegno a progetti e iniziative che, a livello locale, nazionale ed europeo, contribuiscano a una maggiore inclusione e autonomia delle persone con background migratorio, stimolando il dibattito argomentato ed evidence-based sul tema e la sensibilizzazione dell’opinione pubblica. Questo è l’approccio attorno al quale nel corso del 2019 si sviluppa anche una nuova iniziativa dedicata all’inclusione e promossa all’interno di EPIM, rete di fondazioni europee coinvolte in attività di sperimentazione, ricerca e dibattito sul tema della migrazione, a cui la Compagnia partecipa attivamente da diversi anni. Il progetto MOI rappresenta una significativa attuazione operativa di queste linee.

Relazionandosi con il programma International Affairs, in un’ottica di sempre maggiore integrazione tra attività nel campo della cooperazione internazionale e della migrazione, viene avviata, anche in collaborazione con altre fondazioni italiane, una nuova iniziativa di sistema in Africa con l’obiettivo di sostenere progetti di sviluppo rurale, orientati all’agroecologia e alle opportunità di impiego e di imprenditorialità soprattutto per i giovani, come per il progetto Jafowa (Joint action for farmers organisations in Western Africa).

Continua l’iniziativa Innovazione per lo Sviluppo, promossa dalla Compagnia in collaborazione con la Fondazione Cariplo e la Fondazione CRT, per avvicinare il mondo dell’innovazione (tecnologica e non) a quello della cooperazione internazionale.

Prosegue l’impegno della Compagnia nel progetto del Cuamm sui problemi educativi e materiali della nutrizione di madri e dei loro bambini in 7 Paesi africani (Tanzania, Uganda, Angola, Mozambico, Sierra Leone, Etiopia, Sud Sudan).