Interventi principali Torino Italia Mondo
Italia

Casa Ravera

Via Vittorio Emanuele II, 43 Bene Vagienna
Condividi
Stampa
Invia

Casa Ravera, di proprietà del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali a partire dal 2003, occupa una posizione centrale in relazione al territorio di Bene Vagienna e rappresenta un punto di riferimento nel contesto socio-culturale benese. L’immobile, voluto dalla famiglia dei Borra, è stato costruito in due fasi: la prima nel secolo XV, la seconda nel XVII. Il ripristino della parte medioevale della casa, avvenuto tra il 1916 e il 1931 per gli esterni e tra gli anni Cinquanta e Sessanta per gli interni, si deve al Generale Francesco Ravera (1889 – 1968) con l’ausilio dello zio, prof. Giovanni Vacchetta (1863-1940), amico personale di Alfredo D’Andrade che consigliò allo stesso il recupero del complesso. Casa Ravera è un significativo esempio di abitazione signorile in cui spiccano due facciate medioevale e un interessante cortile con prospetti del 1600.

L’intervento di recupero, che ha interessato l’edificio nella sua completezza e che era finalizzato a renderlo pienamente agibile riconoscendogli funzioni museali specifiche, è stato inserito nel 2006 tra le iniziative a cui afferisce il Protocollo d’Intesa che ha permesso alla Compagnia di aderire dal 2002 all’Accordo Quadro in materia di Beni Culturali sottoscritto tra il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Regione Piemonte.

La Compagnia di San Paolo è intervenuta a favore del complesso dal 2007 con un contributo di € 600.000.

Area operativa: Arte, attività e beni culturali

Contributo erogato:

600.000 euro

Interventi principali Torino Italia Mondo