Interventi principali Torino Italia Mondo
Torino

Centro studi Sereno Regis

Torino, via Garibaldi 13
Condividi
Stampa
Invia

Il Centro studi Sereno Regis, che ha perso il 1° febbraio 2016 la figura storica di Nanni Salio, infaticabile sostenitore della nonviolenza, intende “promuovere e divulgare studi, formare ed educare, indagare e favorire la creatività artistica intorno alle tematiche della nonviolenza, partecipazione democratica, diritti e doveri umani e civili, dignità umana e di ogni vivente, disarmo, della pace; approfondire problemi relativi alla sostenibilità ambientale, all'economia nonviolenta, alla gestione delle risorse energetiche; riconoscere e superare le diverse forme, visibili o nascoste, di violenza diretta, strutturale e culturale; tutelare, promuovere e valorizzare i beni artistici e storici compresi archivi e raccolte librarie”.

È tra i più importanti e riconosciuti centri italiani di promozione della cultura della nonviolenza e della trasformazione nonviolenta dei conflitti. E' sede del nodo italiano della rete internazionale TRANSCEND fondata da Johan Galtung. La Biblioteca possiede 28.000 volumi

Nel 2014 il Centro ha attivato l'attività del progetto "Social hub" inerente allo spazio Irenea, legato alle iniziative sul tema arte-cinema-nonviolenza, aprendosi ulteriormente alla fruizione cittadina ed alla collaborazione con diverse altre realtà associative. Il Centro, inoltre, nell’ambito del progetto “La sostenibilità al lavoro” commissionato dall'associazione dei dipendenti ed ex dipendenti della Compagnia "Damasco", ha completato nel 2014 l’audit energetico-ambientale e l'erogazione di attività formative in materia di sostenibilità e riduzione dell'impatto ambientale per Compagnia di San Paolo.

Contributo 2015: € 60.000 a sostegno dell’attività istituzionale.

Area operativa: Filantropia e territorio

Contributo erogato:

60.000 euro

Interventi principali Torino Italia Mondo
Filtra per area: