Interventi principali Torino Italia Mondo
Torino

Musei Reali

Piazzetta Reale, 1, 10122 Torino
Condividi
Stampa
Invia

La Compagnia concentra i propri sforzi a favore del recupero e della valorizzazione del patrimonio artistico afferente alla cosiddetta “Zona di Comando”, vero e proprio polo in grado di integrare musei, collezioni e residenze di origine sabauda in un sistema unitario. Nella doppia veste di contenitore e contenuto, residenza e museo, Palazzo Reale rappresenta il fulcro di tale realtà e ha ricevuto da parte della Compagnia un contributo complessivo che supera i 26 milioni di euro e che è stato destinato sia alla sua valorizzazione  - attraverso il sostegno agli Amici di Palazzo Reale, che si protrae dagli anni Novanta ad oggi – come al recupero. Quest’ultimo si riferisce tanto al palazzo in sé - ed in specifico al piano nobile, al salone da ballo e alla Biblioteca - quanto ai beni che vi sono conservati, come i notevoli arazzi delle storie di Didone ed Enea, realizzati dai maestri della “Reale Manifattura di Torino” Antonio Bruno e Vittorio Demignot a cavallo fra il Sette e l’Ottocento.
La Compagnia è poi intervenuta sulle pertinenze della residenza sabauda ossia su palazzo Chiablese, su piazzetta Mollino, sulla cosiddetta Galleria Carlo Emanuele I, sul complesso della Porta Palatina spingendosi fino al  Museo di Antichità, coinvolto in un recente progetto di riallestimento finalizzato alla creazione di nuovi percorsi. Un discorso a parte merita il trasferimento della Galleria Sabauda presso la manica nuova di Palazzo Reale, a cui è stato dedicato un protocollo d'intesa specifico nel 2011, che ha comportato investimenti per circa 20 milioni di euro.
Infine, sono stati attuati interventi specifici altresì sui beni religiosi presenti nella medesima area, ossia San Lorenzo, la Cappella della Sindone e il Museo Diocesano, che comportano che la cifra complessiva investita sul Polo si attesti a circa 30,5 milioni.

L’intervento è stato inserito all’interno del Programma Barocco sviluppato dalla Fondazione 1563 della Compagnia di San Paolo. Il Programma promuove gli studi sul patrimonio letterario, musicale, teatrale, artistico e architettonico, storico-politico e del pensiero dell’età barocca nel XVII e XVIII secolo allo scopo di valorizzare l’identità barocca piemontese.

fondazione_black
Area operativa: Arte, attività e beni culturali

Contributo erogato:

30.500.000 euro

Interventi principali Torino Italia Mondo
Filtra per area: