Interventi principali Torino Italia Mondo
Torino

Palazzo dell’ex-ospedale San Luigi

Piazza Castello, 209, 10124 Torino
Condividi
Stampa
Invia

Palazzo San Luigi, sede delle “Sezioni riunite” dell’Archivio di Stato di Torino, fu fatto edificare fra il 1818 e il 1824 dall’architetto neoclassico Giuseppe Talucchi. Sito in via Piave, occupa l’intero isolato che si sviluppa fra quest’ultima e via S. Chiara, c.so Valdocco e via Giulio, per un totale di 26.156 mq di calpestio (il terreno costruito corrisponde a mq 11.000). L’originario ospedale, costruito in forma di croce di S. Andrea, è dotato di una cappella centrale a tutta altezza; è stato ampliato con due maniche aggiunte rispettivamente ai primi del Novecento e nel 1925. In tale anno il Comune di Torino procedette alla trasformazione dell’immobile in sede d’archivio, alterandone la struttura con demolizioni e inserimenti in cemento armato, per farne oggetto di permuta con il demanio statale.

A partire dal 1982, il palazzo è stato oggetto di un grande intervento di restauro filologico, ristrutturazione funzionale e adeguamento alle norme di sicurezza. Il recupero ha interessato sia gli interni sia i prospetti esterni dell’edificio.

La Compagnia di San Paolo è intervenuta a favore del Palazzo dal 2006, con il restauro delle facciate d'angolo che si sviluppano tra via Piave e via Santa Chiara e di quelle del cortile destro, per un impegno Complessivo di circa € 0,8 milioni.

Il fine ultimo dell’intervento è favorire la valorizzazione del centro storico di Torino e in particolare del quartiere soprannominato "Quadrilatero romano" e delle sue immediate vicinanze, luogo in cui la Compagnia ha sostenuto - fra le altre cose - l'apertura del MAO-Museo d'Arte Orientale presso Palazzo Mazzonis,  il restauro e la valorizzazione di Palazzo Barolo e la rifunzionalizzazione dei Quartieri Militari Juvarriani.

Area operativa: Arte, attività e beni culturali

Contributo erogato:

800.000 euro

Interventi principali Torino Italia Mondo
Filtra per area: