Nati per Leggere in Piemonte: il protocollo di intesa

06/02/2019
Condividi
Stampa
Invia

A fine dicembre 2018 è stato presentato il protocollo di intesa triennale Nati per Leggere in Piemonte, sottoscritto a metà 2018 dalla Regione Piemonte, dalla Compagnia di San Paolo e dall’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte.

A fine dicembre 2018 è stato presentato il protocollo di intesa triennale Nati per Leggere in Piemonte, sottoscritto a metà 2018 dalla Regione Piemonte, dalla Compagnia di San Paolo e dall’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte.

Il patto triennale stipulato, che coinvolge per la Regione 4 Assessorati (cultura, sanità, istruzione e politiche sociali, della famiglia e della casa), formalizza a livello istituzionale l’approccio trasversale e interdisciplinare di Nati per Leggere.

Gli obiettivi principali sono quelli di consolidare le relazioni tra i soggetti promotori e stimolare azioni condivise di indirizzo strategico, migliorare la penetrazione capillare di Nati per Leggere nei diversi settori coinvolti, sperimentare approcci innovativi di lavoro, rafforzare la riconoscibilità di NpL Piemonte, nonché provare a valutare l’effetto di 17 anni di Nati per Leggere in Piemonte, prima di tutto sulle abitudini delle famiglie e sui bambini coinvolti.

Dal suo avvio nel 2001, Nati per Leggere Piemonte continua dunque a crescere e radicarsi, tenendo fermo l’obiettivo di mettere in relazione il settore bibliotecario con il contesto scolastico e sanitario per fare della lettura un’abitudine di vita del bambino e, ancora prima, uno strumento riconosciuto per la sua crescita intellettiva e relazionale.

www.programmazerosei.it